Follow us on Facebook!
Revolutionary Poets Brigade

Contact us:
revpoetbrig@gmail.com

Italian RPB

 

Brigatepoetirivoluzionari

Brigatepoetirivoluzionari shared Forme di suoni's photo.

Forme di suoni

Conosco il giorno e la notte
e i terrori del vento.
Ma gli anni? Dove son gli anni,
e tutti i libri che ho letto?
I volti amati si sfrondano
delle loro vicende,
non restano che i nomi.
Tutto nella memoria
cade a pezzi, sprofonda
senza rumore
nelle botole dei morti. [...]
Dove si nasconde il senso
delle cose che ho vissuto,
e i brividi lucenti
e i cieli dell'avventura?

Da Vittorio Bodini, Conosco il giorno e la notte, in Metamor.
Foto di Gianni Volpe.

Mar 27th 3:12pm • No Comments

L'incanto perduto Appartiene a un misero mondo chi ignora la bellezza e sottovaluta il paesaggio. Inciampa sulla memoria e la distrugge senza senno, allo stesso misero mondo in cui noi increduli, attoniti, quasi storditi ci aggiriamo sui resti macabri sulle tracce dell'incanto perduto e della memoria spezzata, sventrata, mutilata e violentata. Fino a quando? Come vigilare su ogni preziosa testimonianza? Fino a dove si spingeranno tali idioti e insensati bisogni? Alta velocità, consumo di suolo, consumo di risorse, attraversamenti, sventramenti, discariche, depuratori, inceneritori,fabbriche... Umanità distorta che si contorce e abusa di se stessa dove condurrà i suoi figli? Per mano da un discount all'altro, da un centro commerciale a una distesa di pale eoliche? Quello e altro ancora sostituirà la nostra bellezza se non ci muoviamo per difenderla con i nostri "corpi"ora!!!

Florenza Mongelli

Perché No Tap né qui né altrove - Re:Common

recommon.org

Invece di cogliere l’occasione e sfilarsi da un progetto che sarà un buco nero per le finanze pubbliche italiane e europee, il nostro governo ha scelto di mandare centinaia di poliziotti a Melendugno

Mar 27th 9:09am • No Comments

Presenti al secondo Festival di Primavera, quest'anno dedicato al #NoG7 - via San Lorenzo 282 Palermo. L'evento Palermitano di lotta contro i 7 paesi che pretendono di gestire la nostra vita, le nostre risorse, il nostro futuro, la nostra libertá! #NoGlobal #Noracism #NoBorder #NoCapitalismo

Mar 26th 2:15pm • 1 Comment

Brigatepoetirivoluzionari shared their event.

Artisti contro la tap

Artisti contro la tap

Questo evento artistico ha il solo scopo di porre sotto i riflettori e denunciare la devastazione della nostra terra ad opera della TAP. Si invitano tutt* i cittadin* non solo a intervenire numerosi ma ad esporre a finestre e balconi, finché non riusciremo a sconfiggere questa piaga, bandiere #notap o lenzuola con scritto notap né qui né altrove. Costruiamo assieme una giornata di festa per grandi e più piccoli all’insegna della lotta e dell’amore della propria terra, che possa essere non un punto di arrivo ma un primo passo per la costruzione di una mobilitazione popolare dal basso che porti alla riappropriazione del territorio da parte di chi lo vive, lo ama e soffre per le cicatrici che le politiche neoliberiste stanno lasciando non solo sul terreno ma sulla nostra pelle.
#notap, né qui né altrove !! #nopasaran!!!

MUSICA - POESIA - TEATRO - AUTOPRODUZIONI - AREA BIMBI

Programma

Ore 10 : 30 sul Presidio

Colazione resistente
Dal gruppo PANNOLINOTIME corso di origami per bambini.

Ore 11 : 30 Dialogo con i sindaci NOTAP e intervento di Franco Arminio, poeta scrittore e "paesologo"

Ore 13 PRANZO SOCIALE

Dalle 16 : 00 in poi sul lungo mare di San Foca con:

Mario Badino in: "Versi di terra"
Jam Poetry Rebell
Territorial Pissing - concerto poetico
Pippo Marzulli: voce - Dario Nitti: batteria

Live set:
Treble
Andy Cat
Rocky - Dani Silk
SamD
Mario Dron Mele
Sister Cat
Make like a tree (from Ucraina)
Arditi del Coro

Dj set:
Platform
Scienza
Celestino Hifi
Tobia Lamare
Flower
Radio Sound Boy
Koona
MagiA

E ancora banchetti, mercatini e giochi per bimbi.

Chi non viene è dell' Almaroma!!!

Mar 26th 6:56am • No Comments

#NoG7 #NoGlobal #NoCapitalism #NoRacism #Noborders

Come l’albero non finisce con le punte
delle sue radici o dei suoi rami,
e l’uccello non finisce con le sue piume
e col suo volo, e la Terra non finisce
con i suoi monti più alti:
Così anch’io non finisco con le mie braccia,
i miei piedi, la mia pelle,
ma mi espando di continuo con la mia voce
e il mio pensiero, oltre ogni spazio e
ogni tempo, perché la mia anima è il mondo.
Poesia Cherokee

No Al G7! Festival Di Primavera 2° Edizione

No Al G7! Festival Di Primavera 2° Edizione

Spazio AnarcoSpirituale Sakalash organizza la seconda edizione del Festival di primavera 2017 ospiti a Villa Adriana in Via San Lorenzo, 280/282, domenica 26 marzo dalle 12.00 alle 22.00, presso la sede di Progetto Itaca Palermo e dei volontari per la salute mentale, integrando nell'organizzazione dell'evento i soci e le socie del Club Itaca.
Quest'anno, la Sicilia “ospitera'” il G7 e il festival vuole essere un'occasione per evidenziare il DISSENSO verso i “grandi” del vertice mondiale che oltre a fare il loro sporco lavoro di padroni dell'economia e del l'intero sistema sociale, additano la nostra isola come terra di mafia. Proprio per questo vogliamo attivare la creazione di reti tra persone per lo scambio di beni, prestazioni e servizi nell’ottica dell’economia alternativa sotto il potere di nessuno, per il rafforzamento della cultura e delle risorse locali. I temi centrali del Festival sono il rispetto dell'ambiente e delle bio-diversità, l'eco-sostenibilità e la salvaguardia del territorio. Si svolgeranno spettacoli, work-shop, proiezioni e tavole rotonde inerenti, e verranno allestiti banchetti di artigianato e di generi alimentari che sposano tali principi. Sarà un’occasione per esporre prodotti artigianali ed artistici, danzare, cantare, socializzare, divertirsi.

Invitiamo tutti gli artisti a dare il loro contributo alla causa con la loro arte in un palco libero appositivamente realizzato tra verde e cielo aperto.

La primavera arriva solo quando c'è la nuova società... I colori spiccano mostrando ognuno la loro bellezza, non inferiore o superiore ad altri colori. Ogni suono è a sé ma insieme è armonia. Ricchi o poveri, bianchi o neri, sani o diversamente sani. La primavera arriva e si dona a tutti ma non appartiene a nessuno, come la società nuova chiamata libertà!
“Loro vedono la follia nella nostra colorata realtà, ma non vedono la pazzia nella loro noiosa "normalità''
PROGRAMMA DELLA GIORNATA:
- Apertura ore 12.00 Scuola di danza Iside con la maestra Lilly Di Francesco e le sue allieve (danza zingara e danza orientale)

- ore 12.30 mostra collage hardcor a cura di Madame R.
- ore 13.00 tavola rotonda sulla produzione bio e a km 0 in sicilia. Confronto tra le realtà presenti all'iniziativa (Evoè, Natura Express e Genuino Clandestino) e contributo del dietista Matteo Citarda in merito alle scelte di inserire prodotti bio e a km 0 nella propria alimentazione;
- pranzo curato dai soci del club itaca
- ore 14.00 Diego Sacco e la sua chitarra
- ore 15.00 Laboratorio “storie tra gli alberi” - per bimbi dai 5 ai 10 anni, a cura dell'associazione Casa dei bimbi (in giardino) ( contributo di 2 euro a bambino)
- ore 15.30 lezione di yoga a cura di Cristina Siddiolo ( portate il tappetino!!!)
- ore 16.00 tavola rotonda contro il G7 guidata da Natale Musarra di Sicilia Libertaria (Ragusa) e Antonio Rampolla di Libert'aria (Palermo). Particolare attenzione sarà dedicata alle lotte ambientali e alla situazione del movimento No Muos.
- ore 17.00 Laboratorio di Educazione al Buonumore guidato dall'Associazione VIP (Viviamo in positivo) e l'APS "5aTuttoTondo"
- ore 18.00 Lucilla Benanti flauto celtico
- ore 19.00 Anna Costantino e Simona Martino con la Danza butoh
- ore 19.30 Viola Phoenix estemporanea artistica
- ore 20.00 Jero Picone danza orientale
- ore 20.00 Syla Pietra Focaia danza tribal fusion
- ore 20.30 Bilas brothers gruppo di percussioni africane

SARANNO PRESENTI TUTTO IL GIORNO:
- Sicanian sound system musica reggae/dub / elettronica
- Postazione ricreativa per bambini a cura di ''Casa dei Bimbi''
- Le Brigate Poeti Rivoluzionari saranno presenti con il loro archivio di poesie contro il capitalismo e la repressione.
- Antonio Menna e Uri Dinka intratterranno con letture erranti di poesie di lotta
- Sebastiano Renda installazioni artistiche con materiale riciclato
- Lettura della mano della cultura RO
- Erboristeria Bottega della salute con le sue erbe, i te più profumati, le tisaniere e altro
- Casa editrice Brigantia
- Cooperativa sociale EVOE'
- Natura express
- Libert'aria banchetto libri
- Alì esposizione monili berberi
- Lucrezia ardito creazioni con erbe aromatiche
- Luca Savino creazione stampe : olio, acquarelli, incisione su foglia d"oro
- Giusy Belviso creazioni all"uncinetto (uncinet-tiamo )
- Alice creazioni
- Spiky creazioni d'arte e artigianato
- Cuccia Francesco
- Love Beads...fatto a mano con amore!
- Le chicche di Rò
- Le Creazioni di Sabry
- Frasebijou
- Quen
- Lavori_in feltro borse, portatabacco, portasigarette, portachiavi tutto fatto in feltro
- Vinyl Art Cristiano Drago
- Dolce Buonaspina



per info 3899075054
3292553932

Mar 25th 10:31pm • No Comments

Venite anche voi, condivideremo un giorno di lotta.
A fra poco 😉

Libertà...
Nessun vocabolario teme la tua parola
Nessuna nota il tuo spartito
Vola il tuo suono
tra nostalgia e futuro
Non ti imprigiona la tempesta
nè le nuvole che si impigliano sui tetti
�da Caparbia-mente di Giulia Basile

Timeline Photos

Mar 25th 9:31am • No Comments

Brigatepoetirivoluzionari shared Forme di suoni's photo.

Forme di suoni

stratificare, ricomporre il segno
in questa forma umana avuta in pegno.

Da Lucia Diomede, Agenda, in Forme di Suoni.

Foto di Gianni Volpe.

Mar 24th 8:30pm • No Comments

Brigatepoetirivoluzionari added a new photo.

Timeline Photos

Mar 24th 4:27pm • No Comments

Anche questo è un evento degno di nota. Per chi si trova nei dintorni, partecipi come può, a qualsiasi titolo.

Artisti contro la tap

Artisti contro la tap

Questo evento artistico ha il solo scopo di porre sotto i riflettori e denunciare la devastazione della nostra terra ad opera della TAP. Si invitano tutt* i cittadin* non solo a intervenire numerosi ma ad esporre a finestre e balconi, finché non riusciremo a sconfiggere questa piaga, bandiere #notap o lenzuola con scritto notap né qui né altrove. Costruiamo assieme una giornata di festa per grandi e più piccoli all’insegna della lotta e dell’amore della propria terra, che possa essere non un punto di arrivo ma un primo passo per la costruzione di una mobilitazione popolare dal basso che porti alla riappropriazione del territorio da parte di chi lo vive, lo ama e soffre per le cicatrici che le politiche neoliberiste stanno lasciando non solo sul terreno ma sulla nostra pelle.
#notap, né qui né altrove !! #nopasaran!!!

MUSICA - POESIA - TEATRO - AUTOPRODUZIONI - AREA BIMBI

Programma

Ore 10 : 30 sul Presidio

Colazione resistente
Dal gruppo PANNOLINOTIME corso di origami per bambini.

Ore 11 : 30 Dialogo con i sindaci NOTAP e intervento di Franco Arminio, poeta scrittore e "paesologo"

Ore 13 PRANZO SOCIALE

Dalle 16 : 00 in poi sul lungo mare di San Foca con:

Mario Badino in: "Versi di terra"
Jam Poetry Rebell
Territorial Pissing - concerto poetico
Pippo Marzulli: voce - Dario Nitti: batteria

Live set:
Treble
Andy Cat
Rocky - Dani Silk
SamD
Mario Dron Mele
Sister Cat
Make like a tree (from Ucraina)
Arditi del Coro

Dj set:
Platform
Scienza
Celestino Hifi
Tobia Lamare
Flower
Radio Sound Boy
Koona
MagiA

E ancora banchetti, mercatini e giochi per bimbi.

Chi non viene è dell' Almaroma!!!

Mar 23rd 6:44pm • No Comments

Il venditrè di màrzo
succèssë ‘na rruwínë pë ddu bbèllë Sanzëvírë.
Nnànd’â Càmmëra del lavórë
vulèvënë ccídë a li lavoratórë.

‘U cummëssàrjë e Ffratèllë
hànnë pèrzë ‘i cërëvèlle a ndërrugà li fëmënèllë.
Avèvën’a dícë ccúmë dëcévë jìssë
pë rrëstà li comunìstë.

Alleghèt’è jjút’a Rrómë,
purtètë ‘i connutètë dë li pòvërë carcërètë,
ha ppëgghjètë la parólë:
– Caccètë fórë li lavoratórë.

Ha ppëgghjètë la parólë:
– L’avítë mìssë jìndë pë ppèn’e llavórë.

Dove sta oggi la rivolta?
Dove sono le barricate?
Tutte dentro a selfie idioti e ignoranti!

Mar 23rd 8:28am • No Comments

Modificherò il tempo a mio piacimento
Ti congelerò le chiappe ad agosto
Non farai in tempo a mettere il cappotto
Non avrai più i bei vecchi inverni
Pioverà nel momento del raccolto
Irrorerò il tuo cervello con nubi di alluminio
Altererò persino il suolo con sismi inauditi
Ti inginocchierai dieci volte
E ancora ti annienterò se rialzerai la testa
Uomo, tu non lo hai capito ancora
Ma mi servi solo per creare altro denaro
Da usare per giocare a essere un Dio migliore
Più creativo e lungimirante
Oserei dire intelligente
Alluvioni, siccità, terremoti, buchi neri
L'economia non si ferma
Ha bisogno di nuovo sangue
Ricostruiamo e poi ancora disfacciamo
In un eterno ciclo fine a se stesso
E quando il momento sarà maturo
Vedrai nazioni intere genuflettersi
Sotto le onde elettromagnetiche
Esploderanno cataclismi in ogni dove
Le guerre con le bombe saranno un ricordo felice
La carestia pilotata darà i suoi frutti
Saranno amari e duri per chi la subirà
In altre nazioni creeremo le alluvioni

E mentre progetto tutto questo sorrido
Ed è largo il mio ghigno
Osservando quanti zombie sgomitano
Per accaparrarsi il mio sogno

Dinka
-------------------------------------------------------------
L’avvelenamento è legalizzato dallo Stato tricolore. Tali disposizioni anticipano l’accordo tra Italia e Stati Uniti d’America risalente al 2002, siglato da Berlusconi & Bush. E’ un’intesa che, con l’alibi di studiare i cosiddetti cambiamenti climatici, di fatto autorizza operazioni volte ad incidere sui cicli naturali, alterando e degradando l’atmosfera a danno della salute e della vita. Così come aveva teorizzato lo scienziato Teller in Italia nel 1997.
In Italia le prime sperimentazioni sul clima sono state realizzate segretamente dalla Nasa all'inizio degli anni ’60, proprio in Sardegna con il bario.

ITALIA: AVVVELENAMENTO DI SCIE CHIMICHE STABILITO PER LEGGE

sulatestagiannilannes.blogspot.com

Italia: scie chimiche - foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati) di Gianni Lannes Basta scandagliare la legislazi...

Mar 22nd 10:11pm • 2 Comments

Questo evento artistico ha il solo scopo di porre sotto i riflettori e denunciare la devastazione della nostra terra ad opera della TAP. Si invitano tutt* i cittadin* non solo a intervenire numerosi ma ad esporre a finestre e balconi, finché non riusciremo a sconfiggere questa piaga, bandiere #notap o lenzuola con scritto notap né qui né altrove. Costruiamo assieme una giornata di festa per grandi e più piccoli all’insegna della lotta e dell’amore della propria terra, che possa essere non un punto di arrivo ma un primo passo per la costruzione di una mobilitazione popolare dal basso che porti alla riappropriazione del territorio da parte di chi lo vive, lo ama e soffre per le cicatrici che le politiche neoliberiste stanno lasciando non solo sul terreno ma sulla nostra pelle.
#notap, né qui né altrove !! #nopasaran!!!

MUSICA - POESIA - TEATRO - AUTOPRODUZIONI - AREA BIMBI

Programma

Ore 10 : 30 sul Presidio

Colazione resistente
Dal gruppo PANNOLINOTIME corso di origami per bambini.

Ore 11 : 30 Dialogo con i sindaci NOTAP e intervento di Franco Arminio, poeta scrittore e "paesologo"

Ore 13 PRANZO SOCIALE

Dalle 16 : 00 in poi sul lungo mare di San Foca con:

Mario Badino in: "Versi di terra"
Jam Poetry Rebell
Territorial Pissing - concerto poetico
Pippo Marzulli: voce - Dario Nitti: batteria

Live set:
Treble
Andy Cat
Rocky - Dani Silk
SamD
Mario Dron Mele
Sister Cat
Make like a tree (from Ucraina)
Arditi del Coro

Dj set:
Platform
Scienza
Celestino Hifi
Tobia Lamare
Flower
Radio Sound Boy
Koona
MagiA

E ancora banchetti, mercatini e giochi per bimbi.

Chi non viene è dell' Almaroma!!!

Artisti contro la tap

Artisti contro la tap

Questo evento artistico ha il solo scopo di porre sotto i riflettori e denunciare la devastazione della nostra terra ad opera della TAP. Si invitano tutt* i cittadin* non solo a intervenire numerosi ma ad esporre a finestre e balconi, finché non riusciremo a sconfiggere questa piaga, bandiere #notap o lenzuola con scritto notap né qui né altrove. Costruiamo assieme una giornata di festa per grandi e più piccoli all’insegna della lotta e dell’amore della propria terra, che possa essere non un punto di arrivo ma un primo passo per la costruzione di una mobilitazione popolare dal basso che porti alla riappropriazione del territorio da parte di chi lo vive, lo ama e soffre per le cicatrici che le politiche neoliberiste stanno lasciando non solo sul terreno ma sulla nostra pelle.
#notap, né qui né altrove !! #nopasaran!!!

MUSICA - POESIA - TEATRO - AUTOPRODUZIONI - AREA BIMBI

Programma

Ore 10 : 30 sul Presidio

Colazione resistente
Dal gruppo PANNOLINOTIME corso di origami per bambini.

Ore 11 : 30 Dialogo con i sindaci NOTAP e intervento di Franco Arminio, poeta scrittore e "paesologo"

Ore 13 PRANZO SOCIALE

Dalle 16 : 00 in poi sul lungo mare di San Foca con:

Mario Badino in: "Versi di terra"
Jam Poetry Rebell
Territorial Pissing - concerto poetico
Pippo Marzulli: voce - Dario Nitti: batteria

Live set:
Treble
Andy Cat
Rocky - Dani Silk
SamD
Mario Dron Mele
Sister Cat
Make like a tree (from Ucraina)
Arditi del Coro

Dj set:
Platform
Scienza
Celestino Hifi
Tobia Lamare
Flower
Radio Sound Boy
Koona
MagiA

E ancora banchetti, mercatini e giochi per bimbi.

Chi non viene è dell' Almaroma!!!

Mar 22nd 11:16am • No Comments

bollettino #tap

– la mostruosità arrivò dal mare e sparì tra i monti, ma le pire funebri accumulate durante la sua corsa bruciano ancora e bruceranno in eterno -

Stamattina si è riusciti a bloccare i lavori fino alle 14.00, poi con la forza bruta le forze “dell’ordine” hanno sgomberato i manifestanti ed hanno permesso agli operai di continuare i lavori. Oggi pomeriggio ci sarà una riunione nel consiglio della regione che probabilmente bloccherà il cantiere per 15 giorni, farà volare gli asini, imporrà alle forze dell’ordine ed allo stato di difendere i diritti dei cittadini e non delle multinazionali e sconfiggerà la fame nel mondo.
Testimonianza di un compagno riguardo ai fatti di stamattina:
“Oggi in un clima totalmente sereno rilassato e tranquillo, con una bellissima giornata di sole, un digossino un po' esagitato ha pensato bene di prendere un vecchietto che stava dalla parte giusta e scaraventarlo a terra, ad un certo punto in mezzo ad un po' di caciara un altro simpatico poliziotto invece ha pensato ancora meglio di tirare 2 bei calcioni ad una signora di una certa età importante. Ora mi chiedo, chi è il violento? Chi è nell' illegalità? Noi no di certo, noi siamo lì a denunciare un abuso che non ha alcun permesso per essere compiuto, agiamo nella totale legalità senza farci intimidire come spesso fanno! Chi è che sta generando terrore? Noi o loro? Chi sono i criminali? Venite al presidio gente che la violenza è tutta loro, a noi non ci appartiene, venite e stiamo insieme a bloccare uno scempio. SONO LORO GLI ILLEGALI! E muovete il culo! #notap #stoprepressione!”

Timeline Photos

Mar 21st 2:04pm • 1 Comment

Brigatepoetirivoluzionari shared a link.

Ulivi e poesie della resilienza. “Così che le mie foglie possano accarezzarti” (Florenza Mongelli e Pippo Marzulli)

lamacchinasognante.com

ULIVI E POESIE DELLA RESILIENZA. "Così che le mie foglie possano accarezzarti" Introduzione di Lucia Cupertino. Testi di Florenza Mongelli e Pippo Marzulli Sono trascorse meno di 24 ore da quando è stata resa ufficiale la notizia degli avvisi di garanzia inviati ai grandi promotori e att...

Mar 21st 9:58am • No Comments

DISUMANA PREGHIERA #GrazieRimaKhalaf #NoSionism #NoRacism

Oh Patria, mia Patria
dammi oggi il nemico quotidiano
per straziarlo e torturarlo.

Oh libertà, agognata libertà
cantami il mio segregazionismo
il mio razzismo, il mio secessionismo.

Oh Dio, unico Dio
proteggimi dell’invasore
dall’immigrato, dalla razza inferiore.

Concedimi il fuoco della tua fede
per ardere ogni straniero
e la tua voce di proiettile
per crivellare l’uomo nero.

Cancella pietà e vergogna
dal vocabolario del sentimento
e cullami in una civiltà estranea
al cancro del pentimento.

Fa’ che riconosca il mio volto
in uno specchio di mattanza
mentre uccido i miei fratelli
con un inno che straborda fratellanza.

Oh futuro, impavido futuro
tira la catena al cesso
della mia sete di gloria
e sciacqua finalmente via
questa merda di storia.

Marco Cinque

Mar 21st 7:59am • No Comments

Tu ci metti una mano
Ed io ce ne metto cento
A Franca Viola

Grazie per la tua forza
Che ha sconfitto la barbarie
La violenza non si può riparare

Imputato per oltraggio alla morale
Rapimento e stupro
Non era riconosciuto
Il matrimonio lo salvava

L'ipocrisia di un mondo
Mafioso e maschilista
Vinto dalla tua ostinazione

Piccola donna
Attraverso la tua lotta
Non fu più legge

Dinka
____________________________________________________
Il 5 agosto 1981, sedici anni dopo il rapimento con stupro di Franca Viola, ragazza di Alcamo in Sicilia, che si rifiutò di sposare il suo aguzzino, viene abolito il matrimonio riparatore (l'art. 544 CP permetteva di estinguere il reato di violenza carnale, anche su minore, se seguito da matrimonio riparatore). Domenica prossima il Teatro Stabile di Augusta metterà in scena la storia di questa donna che si oppose tanto caparbiamente al suo disumano destino.

Timeline Photos

Mar 20th 3:48pm • No Comments

In diretta dalla #strisciadiMelendugno dove sti stronzi alle 7:00 del mattino hanno iniziato a eradicare gli alberi protetti dalla celere in antisommossa ma hanno trovato la ferma opposizione dei compagni/e #notap #pagheretecaro #pagheretetutto #nonunulivodimeno

Photos from Brigatepoetirivoluzionari's post

Mar 20th 12:54pm • No Comments

Brigatepoetirivoluzionari shared Forme di suoni's photo.

Forme di suoni

The sun was high and so
Were too the cliffs behind
The shore; their shadows fresh
And gentle waters round.

It dropped its anchor deep,
Its canvas folded down
To find its due relief
So long a cruise had gone.

Da Lucia Diomede, The white sail, in Forme di Suoni.

Foto Gianni Volpe.

Mar 19th 4:04pm • No Comments

support!!! Luigi Lazetera

Quando le decisioni cambiano qualcosa by Lazetera Luigi (Paperback) - Lulu

lulu.com

Buy Quando le decisioni cambiano qualcosa by Lazetera Luigi (Paperback) online at Lulu. Visit the Lulu Marketplace for product details, ratings, and reviews.

Mar 19th 10:50am • No Comments

Brigatepoetirivoluzionari shared Cianfrusaglia - Mario Badino's photo.

Cianfrusaglia - Mario Badino

Veniteci, stasera! A tra poco (h 19.00)

Mar 18th 4:10pm • No Comments

Brigatepoetirivoluzionari shared Forme di suoni's photo.

Forme di suoni

Le cose non esplodono:
svaniscono, sbiadiscono,

come sbiadisce la luce del sole dalla pelle,
come drena veloce la schiuma nella sabbia,

anche il fulmine lampeggiante dell'amore
non ha una fine fragorosa,

muore col suono
dei fiori che sbiadiscono come la pelle

sotto la madida pietra pomice,
tutto dà forma a questo

finché rimaniamo
col silenzio che circonda la testa di Beethoven.


Things do not explode,
they fail, they fade,

as sunlight fades from the flesh,
as the foam drains quick in the sand,

even love’s lightning flash
has no thunderous end,

it dies with the sound
of flowers fading like the flesh

from sweating pumice stone,
everything shapes this

till we are left
with the silence that surrounds Beethoven’s head.

Derek Walcott, Finali, Endings (traduzione di Lucia Diomede).

Foto di Gianni Volpe.

Mar 18th 2:50pm • No Comments

Tempi Moderni
(a Silvia, Billy e Costa,
attivisti contro le nanotecnologie,
vittime della repressione)

Il problema di questi tempi moderni
non è la modernità ma l’arretratezza.
Abbiamo scomposto l’atomo
in infiniti corpuscoli infinitesimali
sino a giungere alla particella di Dio
e nel frattempo
la nostra spiritualità svaporava
come popper dalla boccetta aperta.
Sviluppiamo bande sempre più larghe e potenti
in grado di racchiudere milioni di linguaggi in un click
ma non riusciamo a comunicare con chi ci sta affianco.
- i pittogrammi nelle caverne parlano ancora –
Non temo computer e robot della Silicon Valley
che sostituiranno anche il lavoro intellettuale,
non temo l’umanizzazione delle macchine,
temo la macchinizzazione dell’uomo
in questi tempi moderni.
Chaplin se la ride nella sua tomba antica.

Pippo Marzulli

Al lavoro con il chip sottopelle, il caso belga fa discutere

tomshw.it

Otto dipendenti di un'azienda belga si sono fatti impiantare un chip sottopelle volontariamente. Serve da badge identificativo e altro.

Mar 18th 2:10pm • 2 Comments

Mobilitazione TOTALE!!!! TUTTI IN SALENTO!!!!
#NOTAP
#DIFENDIAMOGLIULIVIIn mezzo al leco
#stoperadicazioni #notap

Prudente la serpe
va pei campi,
un sibilo impercettibile
al suo passaggio
e subito svanisce
senza lasciar traccia.
Chiassosa la cicala
cadenza il ritmo della campagna
nell’afa opprimente,
mentre la formica crumira
spazza il sottobosco
e già pensa all’inverno.
Attenta la civetta
veglia sui campi,
custode del sogno contadino
sfama la prole
con quel che ci atterrisce.
Dall’alto di un muretto a secco,
come basso rilievo
nel tutt’uno rigoglioso,
la lucertola si crogiola al sol leone
e ruggisce timidamente,
suo il dominio delle pietre
in una terra pietrosa.
Di api e farfalle
non ci rimane che l’ombra,
solo la falena
insiste attorno alla fiammella.
Malvagio l’uomo va pei campi,
con asce al posto delle braccia
e trivelle al posto delle gambe,
lasciando impronte di cemento,
scavando parchi naturali,
eradicando ulivi centenari,
prosciugando fiumi di fiumi,
distruggendo vite inermi,
generando il deserto.
A volte si traveste da guardia,
altre indossa giacca e cravatta,
non è vero che non capisce un tubo
perché pensa di continuo alla TAP.

Dal ministero via libera a Tap, ma il sindaco chiede il sequestro del cantiere

lecceprima.it

Per la Direzione delle valutazioni ambientali le prescrizioni relative alla fase dell'espianto sono state ottemperate e si può dunque procedere. Le piante sane sono 211, le quattro con xylella sono state abbattute

Mar 18th 10:14am • No Comments

Brigatepoetirivoluzionari shared Caffè dei cento passi's event.

DEL NERO SUGLI OCCHI

DEL NERO SUGLI OCCHI

il Caffè dei cento passi

presenta

“DEL NERO SUGLI OCCHI"
una produzione Notterrante/Teatratelier

Voce e corpo narrante - Barbara De Palma
Regia, drammaturgia, suono e immagini - Mariella Soldo

"Thérèse è una ragazza che vive con gli zii a V., un paesino lucano della Val d’Agri. Thérèse, da un giorno all’altro, si rintana nella sua camera, riiuta il cibo e tappezza le pareti con immagini della Passione di Cristo e dell’estasi delle sante. Nella testa di Thérèse prende vita un grosso mostro di ferro, maleodorante e rumoroso. Thérèse dice che tutti dovrebbero vederlo, ma gli abitanti di V., compresi i suoi zii, sono troppo presi dall’inaugurazione del nuovo Centro Oli. Thérèse trova rifugio nei pensieri di Teresa d’Avila e l’unica consolazione sembra la fuga da ogni orrore: “Non lamentiamoci dei nostri timori né ci scoraggi vedere la debolezza della nostra natura e dei nostri sforzi. Piuttosto cerchiamo di rafforzarci nell’umiltà e di renderci ben conto di quanto siano limitate le nostre possibilità e del fatto che, senza l’aiuto di Dio, non siamo nulla”. "

Il testo è stato portato in scena per la prima volta a Matera, nell’aprile del 2016, in occasione del referendum contro le trivelle in mare.
La drammaturgia di Mariella Soldo si concentra, eccezionalmente, sugli effetti psichici dell’inquinamento petrolifero e sulle relative conseguenze, dal momento che, il più delle volte, questo aspetto si tralascia.
L’atmosfera gioca sulla tensione tra sacro e profano, in un duello costante tra ragione e follia.
Del nero sugli occhi” vuole restituire una voce a chi non può esprimersi, a chi non può confessare la propria sofferenza in un contesto socio-politico-ecologico degradato. Soprattutto, vuole parlare per tutte quelle persone che tacciono. Perché il silenzio è la prima forma di complicità verso il degrado intellettuale e culturale.

INFO E PRENOTAZIONI 349.6448864

Mar 17th 11:03am • No Comments

© 2014 Revolutionary Poets Brigade